Alvar Aalto, Le Corbusier, Lina Bo Bardi, Gio Ponti e Pier Luigi Nervi. Hibo chiama a raccolta i grandi architetti del '900 per BolognaFiere, rivisitando la comunicazione del Salone Internazionale dell'Edilizia. Ecco SAIE Smart House 2015.
 
Communication goals
Ridefinire l’intera strategia di comunicazione durante tutte le fasi di pre-evento, evento e post-evento con obiettivi di brand awareness e di brand reputation rinnovando, contestualmente, l’immagine della fiera. Ecco i principali obiettivi per la campagna SAIE Smart House 2015.
 
Key visual
SAIE è il principale appuntamento annuale con l’edilizia del futuro organizzato da BolognaFiere. Nell’impostare il key visual della campagna si è immaginato a come i celebri architetti del passato avrebbero reagito di fronte alle nuove tecniche di progettualità, se proiettati nel contesto attuale.
 
Visual identity
Una Visual Identity declinata su tutte le piattaforme, i canali e gli spazi del SAIE Smart House 2015, a vantaggio di un’immagine fieristica rinnovata anche all’interno dei suoi padiglioni per mettere al centro i visitatori e gli espositori, dando così un’impronta sempre più internazionale all’evento.
 
Digital and social media coverage
Dalla sinergia tra il team digital Hibo e il gruppo di lavoro BolognaFiere nasce #SAIExperience: il concetto attorno al quale si è sviluppato l’ecosistema dinamico di comunicazione digitale per il Saie Smart House 2015. Un progetto nato dall’esigenza di arricchire sul web l’esperienza fieristica vissuta da aziende, espositori, professionisti del settore e dai visitatori, grazie a diversi strumenti quali DEM, newsletter, sito web, e canali social.
 
Altri progetti